Grazie ad un accordo tra CNR, CRUI e CONFIDUSTRIA è nato il Consorzio per la valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e il trasferimento tecnologico.
Il suo scopo è quello di sfruttare l’ingente patrimonio di innovazione tecnologica creato dalla ricerca pubblica Italiana favorendone e promuovendone il trasferimento verso le imprese. Il duplice vantaggio che ne deriverà sarà quello di “dare un contributo alla crescita economica del Paese” (Giuseppe Valditara  – Capo Dipartimento per la Formazione superiore e la Ricerca del ministero) e auto-finanziare la ricerca pubblica. “Le royalties che l’Italia deriva dalla ricerca pubblica sono pari a quelle della sola Università di Cambridge: bisogna recuperare questo gap” (Massimo Inguscio – Presidente CNR).
Il Consorzio avrà sede a Milano.