Il 24 dicembre 2015 è stato pubblicato il regolamento UE n. 2015/2424 che entrerà in vigore a partire dal prossimo 23.03.2016. Ne deriveranno cambiamenti importanti: il marchio Comunitario cambierà nome in marchio dell’Unione Europea, così come l’UAMI muterà nome in Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale.

Oltre che a modifiche di carattere formale il nuovo regolamento prevede anche cambiamenti di natura sostanziale, in particolare è prevista una diminuzione delle tasse di deposito e di rinnovo, nonché delle tasse di previste per opposizioni e cancellazioni, che verranno anch’esse ridotte.

A partire dal 23 marzo 2016, depositare o rinnovare un marchio in una classe costerà meno. Infatti ad oggi la tassa di deposito o rinnovo del marchio comunitario comprende fino a tre classi di prodotti o servizi. Con il nuovo regolamento invece la tassa di deposito o rinnovo sarà proporzionale al numero di classi di prodotti o servizi che si intende tutelare con un dato marchio.

Particolare attenzione va posta sulle modifiche inerenti alla lista prodotti e servizi di marchi già depositati. Il nuovo regolamento prevede infatti che i marchi depositati rivendicando l’intero titolo di specifiche classi subiranno una riduzione della protezione, che verrà limitata alla al solo significato letterale. Per i titolari di marchi depositati prima del 22 giugno 2012 sarà possibile richiedere la modifica dell’indicazione dei prodotti e servizi al fine di adeguarla alla nuova normativa. Il termine ultimo per la richiesta di modifica della lista prodotti e servizi scadrà il 24 settembre 2016.