È da poco entrata in vigore la delibera n. 95/24/CONS dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom), con la quale è stato approvato il nuovo Regolamento sugli obblighi di informazione e adeguamento contrattuale per autori e artisti, interpreti o esecutori (AIE), e sulla rappresentatività degli organismi di gestione collettiva. Il provvedimento attua vari articoli della legge sul diritto d’autore (l. 633/1941), in seguito al recepimento della Direttiva Copyright (UE 2019/790) tramite il decreto legislativo 177/2021, che ha attribuito ad Agcom nuove competenze specifiche.

La Delibera si inserisce in un contesto normativo complesso e in continua evoluzione, ed è finalizzato a garantire una competizione equa tra gli operatori, migliorando le condizioni contrattuali e le garanzie informative per gli autori e gli artisti. L’obiettivo principale è assicurare una maggiore trasparenza ed equità nei loro rapporti con gli editori.

Per quanto riguarda, nello specifico, la trasparenza contrattuale, il regolamento prevede che agli AIE vengano fornite informazioni dettagliate e periodiche sui ricavi generati dalle loro opere e sulle modalità di utilizzo delle stesse. Inoltre, gli autori hanno il diritto di rinegoziare i termini dei contratti in caso di squilibri economici significativi, in modo che non siano esposti agli svantaggi derivanti da accordi stipulati in condizioni sfavorevoli.

Relativamente alla gestione collettiva dei diritti, il Regolamento stabilisce i criteri per determinare la rappresentatività degli organismi di gestione collettiva (collecting societies), al fine di individuare quelli autorizzati a rilasciare licenze collettive estese ai titolari di diritti non affiliati ad alcun organismo. Un allegato tecnico del Regolamento fornisce indicazioni operative per il calcolo della rappresentatività, considerando vari parametri.

Viene infine istituito un meccanismo di risoluzione delle controversie, che permette agli AIE di ricorrere a un organismo indipendente in caso di disaccordi con gli editori.

La Delibera n. 95/24/CONS rappresenta un significativo passo avanti nella protezione dei diritti degli autori in Italia. L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, attraverso questo provvedimento, ha dimostrato un forte impegno verso la promozione della trasparenza e dell’equità nella tutela del diritto d’autore. Le nuove norme non solo miglioreranno le condizioni contrattuali degli AIE, ma contribuiranno anche a creare un mercato più giusto e competitivo, in cui il valore del lavoro creativo viene adeguatamente riconosciuto e remunerato.