A partire dal 1° ottobre 2020, il programma di “Patent Prosecution Highway” (PPH) tra l’Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO) e l’Ufficio Brevetti Eurasiatico (EAPO), attivo già dal 2017 per un periodo di tre anni, è rinnovato a tempo indeterminato.

La Patent Prosecution Highway è un programma cooperazione tra due Uffici Brevetti, che consente la richiesta di un esame “accelerato” ad un secondo Ufficio (il c.d. “Office of Later Examination” – OLE), se la medesima domanda è stata ritenuta ammissibile/brevettabile dal primo ufficio (il c.d. “Office of Earlier Examination” – OEE).

In sintesi, il programma consente ad un Ufficio Brevetti di sfruttare il lavoro svolto in precedenza da un altro Ufficio.

Ciò, tuttavia, è possibile solo se vi è corrispondenza fra le rivendicazioni nella domanda di brevetto presentata davanti all’OLE e le rivendicazioni ritenute ammissibili / brevettabili dall’OEE, e se le due domande sono collegate (ad es., la domanda dinanzi all’OLE rivendica la priorità della domanda precedentemente presentata all’OEE).

Al momento, esiste una varietà di accordi bilaterali PPH tra uffici per la proprietà intellettuale in tutto il mondo, con molteplici vantaggi, sia per gli inventori sia per gli uffici brevettuali.

In particolare, gli inventori possono ottenere la concessione di un brevetto molto più rapidamente e con minori costi dovuti ad azioni negative degli uffici brevettuali, senza contare che la presentazione di una richiesta di esame “accelerato” generalmente non ha alcun costo ed è possibile azionarla in qualsiasi momento prima che l’Ufficio abbia iniziato l’esame.

Gli uffici brevettuali, dal canto loro, specie se agiscono quali OLE, non solo possono beneficiare di un carico di lavoro ridotto, ma possono anche migliorare la qualità dell’esame svolto dal primo ufficio, sfruttando e facendo riferimento ai risultati della ricerca e ai metodi di esame dell’OEE.

Attualmente, gli uffici partner PPH dell’EPO, oltre all’EAPO, sono i seguenti: JPO (Giappone), KIPO (Corea del Sud), CNIPA (Cina), USPTO (Stati Uniti d’America), ILPO (Israele), CIPO (Canada), IMPI (Messico), IPOS (Singapore), IPA (Australia), SIC (Colombia), ROSPATENT (Federazione Russa), MyIPO (Malesia), IPOPHL (Filippine) e INPI (Brasile).